Clearcell Web Design www.clearcell.co.uk
Clearcell Web Design www.clearcell.co.uk
Welcome

  

Benvenuti nella sede Web di 

Yachting  Kroton  Club

 
  
     

 
MAESTRALE

                                                                                     

 Un primo passo:

 si è svolta a Crotone  la  selezione provinciale di traina costiera valida per  l’accesso alle  finali del Campionato Italiano.  La manifestazione è stata organizzata, come al solito in modo impeccabile,  dal Gruppo  Dilettantistico di Pesca Sportiva della L.N.I.  che da decenni anima l’attività di questa disciplina a Crotone.  Da quest’anno anche lo Y.K.C. ha una sezione dedicata alla pesca sportiva, nata anche grazie alla passione del Presidente Ugo Pugliese il quale testimonia della vicinanza e della collaborazione ottenuta dagli uomini della L.N.I., che hanno mostrato  spirito sportivo e probabilmente hanno intravisto uno scenario composto da diversi  “competitor” sociali che non può che dare brio e maggior divertimento alle manifestazioni.  Per la cronaca la gara è stata vinta da un equipaggio del Gruppo Dilettantistico Pesca Sportiva dello Y.K.C  al quale la dea bendata ha voluto fare l’augurio di  un Buon avvio dell’attività .

                                                  

    Un’altro passo: 

a seguito dell’ottenimento di una concessione per la posa di pontili galleggianti lo Y.K.C. ha realizzato  la nuova struttura che consentirà l’ormeggio di circa 50 imbarcazioni di diversa lunghezza tra 4 e 15 ml. Ebbene anche in questa occasione si è potuto constatare lo “spirito nuovo” che pervade i maggiori attori del diporto e degli sport nautici a Crotone.  Durante l’ impegnativo percorso di realizzazione della struttura, gli uomini e le donne dello YKC  hanno sentito la vicinanza  della L.N.I. , del cantiere DE MUN, di Pierluigi Balzano, di Nino e Franco De Santis i quali,  a vario titolo, hanno prestato il proprio affiancamento rendendo più agevoli tutte le operazioni realizzative ma soprattutto  infondendo speranza per un futuro di collaborazione nel nome dello sviluppo delle attività “marinare della città.

                                              

Troppo ottimismo ?... non credo.                                                                                         

Sono infatti convinto di quanto affermato in premessa: è ormai matura la consapevolezza che da soli non si và da nessuna parte.

La rimozione dei sentimenti di gelosia e diffidenza sono la strada obbligata per  creare quello spirito collaborativo grazie al quale  è possibile affrontare le   “Sfide Possibili” .

Quelle sfide che finalmente possano rendere  pienamente utilizzate le immense risorse del nostro territorio.

Le sfide che possano portare stabile  ricchezza a Crotone.

Territori dotati di  risorse ambientali, archeologiche e culturali  come quello crotonese, prosperano grazie alla capacità di stare assieme, ognuno con la propria identità, ma uniti per il raggiungimento di obiettivi comuni.

E solo assicurando stabilità e solidità all’intero sistema di gestione delle attività del porto è possibile garantire la prosperità di ogni singola attività,  fruendo delle economie di scala nell’esercizio di beni e servizi comuni,  creando forza contrattuale sul mercato,  definendo le ormai imprescindibili “masse critiche”.

La domanda di servizi erogati in ambito nautico è altissima. Chi opera con correttezza e professionalità può intercettarla.

Illuminante è l’esempio che ci ha lasciato il compianto amico Fabio Balzano:  in pochissimi anni la sua attività di rimessaggio, avviata con passione e sapienza,  ha avuto un grande successo acquisendo clienti che per  gran parte sono esterni alla città e che hanno individuato in Crotone un sito strategico per lasciare la barca per il periodo invernale.

E’ importante ricordare che il porto di Crotone è una tappa praticamente obbligata per i diportisti in navigazione verso le coste greche  settentrionali che scelgono di  raggiungere la propria meta attraverso il canale d’Otranto.

Inoltre molti degli armatori che scelgono abitualmente di navigare tra le isole Ioniche e le coste della  Grecia  trovano utilissimo poter lasciare in  sosta, nel periodo invernale,  le proprie imbarcazioni in luoghi ove possono utilizzare a pieno il periodo di ferie senza sprecare giorni preziosi in lunghe e ripetitive tappe di trasferimento dai porti del tirreno, dell’adriatico o da altre coste del mediterraneo.

Purchè questi luoghi dimostrino affidabilità dei servizi erogati, qualità delle infrastrutture,  capacità di praticare prezzi equi e possibilmente competitivi.

Le premesse strutturali ci sono: abbiamo un porto molto grande attualmente sottoutilizzato e suscettibile di offrire ampi spazi, a mare ed a terra, per investimenti produttivi che vadano nella direzione della definizione di un sistema integrato di servizi alla nautica da diporto ed a quella professionale.   

Troppo ottimismo ?..... vedremo !             Vaurien

 

 
NEWS
PROMO

LINKS
METEO
Login | DotNetNuke | Condizioni d'Uso | Dichiarazione per la Privacy | Copyright (c) 2000-2011 | venerdì 23 febbraio 2018
Clearcell Web Design www.clearcell.co.uk